Oscar 2015: tutti i vincitori

julianne_moore_oscars

Si è conclusa poche ore fa la cerimonia di premiazione degli 87esimi Academy Awards.

La cerimonia, condotta dall’attore Neil Patrick Harris e svoltasi al Dolby Theatre di Los Angeles, ha visto trionfare Julianne Moore ed Eddie Redmayne  come miglior attrice e miglior attore protagonista.
L’italiana Milena Canonero è riuscita a vincere il suo quarto Oscar nella categoria «miglior costumi» per il film di Wes Anderson «Grand Budapest Hotel». Durante la serata anche l’attrice Virna Lisi, scomparsa poche settimane fa, è stata ricordata nella tradizionale rubrica che ricorda agli Oscar gli scomparsi durante l’anno.

– Miglior film: «Birdman» di Alejandro González Iñárritu
– Miglior attrice protagonista: Julianne Moore per «Still Alice»
– Miglior attore protagonista: Eddie Redmayne per «The Theory of Everything»
– Miglior regia: Alejandro Gonzalez Inarritu per «Birdman»
– Miglior attrice non protagonista: Patricia Arquette per «Boyhood»
– Miglior attore non protagonista: J.K. Simmons per «Whiplash»
– Miglior sceneggiatura non originale: Graham Moore per «The Imitation Game»
– Miglior sceneggiatura originale: Alejandro G. Iñárritu, Nicolás Giacobone, Alexander Dinelaris Jr. e Armando Bo per « Birdman»
– Miglior colonna sonora: Alexandre Desplat per il film «Grand Budapest Hotel»
– Miglior canzone: «Glory» di John Stephens e Lonnie Lynn nel film Selma
– Miglior documentario: «CitizenFour» di Laura Poitras, Mathilde Bonnefoy e Dirk Wilutzky
– Miglior montaggio: Tom Cross per il film « Whiplash»
– Miglior fotografia: Emmanuel Lubezki per il film Birdman
– Miglior scenografia: Adam Stockhausen e Anna Pinnock per il film «Grand Budapest Hotel»
– Miglior film d’animazione: Don Hall e Chris Williams per il film «Big Hero 6»
– Miglior cortometraggio d’animazione: «Feast» di Patrick Osborne
– Migliori effetti speciali: Paul Franklin, Andrew Lockley, Ian Hunter e Scott Fisher per il film «Interstellar»
– Miglior sonoro: Alan Robert Murray e Bub Asman per «American Sniper»
– Miglior montaggio: Craig Mann, Ben Wilkins e Thomas Curley per «Whiplash»
-Miglior corto documentario: «Crisis Hotline: Veterans Press 1» di Ellen Goosenberg Kent e Dana Perry
– Miglior corto: «The Phone Call» di Mat Kirkby e James Lucas
– Miglior film straniero: è il film polacco «Ida» diretta da Pawel Pawlikowski
– Miglior trucco: Frances Hannon e Mark Coulier per il «Gran Budapest Hotel»
– Migliori costumi: Milena Canonero per il film «Grand Budapest Hotel»

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *